martedì 31 maggio 2016

Le Marmitte dei Giganti di Fossombrone

Le domeniche perfette per me sono quelle in cui si sale in macchina e si parte alla scoperta di qualcosa.
Considerando di avere un solo giorno a disposizione la meta sarà vicino a casa...ma non per questo meno bella di altre! :-)
Proprio la scorsa domenica,percorrendo pochi km mi sono trovata di fronte ad uno spettacolo bellissimo.
Ho raggiunto San Lazzaro di Fossombrone, in provincia di Pesaro-Urbino percorrendo la super-strada e prendendo l'uscita di Fossombrone e dopo aver visitato questa cittadina ho raggiunto la piccola frazione.
Bene, cosa sarò andata a vedere?!
Semplice, le Marmitte dei Giganti!



Si tratta di formazioni rocciose che si sono modellate grazie agli agenti atmosferici, un vero e proprio canyon scavato nel corso dei secoli dal fiume Metauro.



Le marmitte vere e proprie sarebbero delle piccole cavità con un diametro di circa 3 metri che costeggiano il letto del fiume, che, riempendosi  di acqua creano degli specchi naturali.
Hanno questo nome perchè sembrano delle enormi pentole.



Uscendo da Fossombrone, troverete dei cartelli che le indicano, sorpassate il ponte di Diocleziano, parcheggiate e poi tornate sul ponte per ammirare lo spettacolo davvero suggestivo.
La natura crea le più belle opere d'arte in assoluto.
Alla prossima scoperta,
Viaggiatrice seriale.


sabato 28 maggio 2016

Civitacampomarano: il paese social

Eccomi finalmente approdata anche in Molise.
Era la prima volta che soggiornavo in questa regione.
Ero in un agriturismo in provincia di Campobasso ed il gestore, gentilissimo ci ha illustrato cosa potevamo visitare nei paraggi.
La nostra attenzione è stata totalmente catturata dal racconto di Civitacampomarano e così siamo andati a visitarla.



Si tratta di un paesino davvero piccolo che conta poco meno di 550 abitanti, la maggior parte dei quali non abbiamo incontrato perchè essendoci andati verso le 19.30 erano già tutti pronti per la cena.
Per essere sincera mi è sembrato quasi un paese fantasma alla prima impressione, poi però la sua particolarità mi ha catturato.



Praticamente i suoi cittadini hanno rivoluzionato i simboli dei mezzi di comunicazione: la classica cabina telefonica è diventata verde e sulla punta vanta un bel logo di Whatsapp, la buca delle lettere sfoggia una bella busta simbolo di Gmail, la bacheca per gli annunci del paese ha cambiato colore, adesso è blu con il logo di Facebook e la panchina degli anziani è diventata azzurra con un bel cartello di Twitter di fianco.......più cinguettii di lì si muore.



Punto di attrazione del paese è il castello Angioino che io per motivi di orario non sono riuscita a vedere.
Passeggiando per le stradine troverete anche diversi murales che ravvivano un pò l'atmosfera, molti della famosa artista Alice Pasquini.



Da questo progetto è nato anche un festival della street-art , il CVTA'.



Se siete in zona non perdetevi questo borgo carinissimo, la sua unicità vale una visita.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

Isole greche a partire da 19,99 € a tratta con Volotea

Buon sabato viaggiatori!
Vi è esplosa una gran voglia di mare in questi giorni?
Che ne pensate della Grecia?!
Se avevate in mente di trascorrere una bella vacanzina, l'offerta di Volotea fà al caso vostro.
La compagnia low cost spagnola ha messo in vendita biglietti a partire da 19,99 € a tratta per raggiungere le isole greche.



L'offerta è valida sulle prenotazioni effettuate entro il 29 maggio 2016.
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

venerdì 27 maggio 2016

Alla scoperta della Nave Scuola Amerigo Vespucci

A cosa pensate se vi dico "Amerigo Vespucci"?
Beh, il primo pensiero è senza dubbio per il grandissimo esploratore italiano....e diciamo che rispetto al blog siamo proprio in tema.
Il secondo pensiero che mi viene con questo nome riguarda qualcosa di diverso, non una persona ma bensì una cosa e nello specifico un bellissimo veliero.
Ebbene si, la nave Amerigo Vespucci è un'importante pezzo di storia italiana, pensate che ha 85 anni e li porta divinamente.
Venne costruito nel 1931 come Nave Scuola della Marina Militare per l'addestramento degli allievi ufficiali dell'Accademia Navale ed è la più anziana nave della Marina Militare ancora in servizio.



E' un veliero a 3 alberi, che ha solcato tutti i mari e nel 2006 ha abbandonato momentaneamente le scene per essere ristrutturato; al suo interno la tradizione regna sovrana, tutti i materiali sono rigorosamente originali e la cosa particolare per i nostri giorni è che tutte le manovre vengono fatte a mano e ogni ordine viene impartito dal comandante tramite il nostromo per mezzo del fischietto.
Senza scendere troppo nei dettagli volevo dirvi che oltre a formare ufficiali, ha anche un ruolo nettamente diverso e cioè quello di ambasciatore dell'arte e della cultura italiana, presentandosi nei maggiori porti mondiali.



Dopo i lunghi lavori di restauro che l'hanno praticamente resa nuova, ha ricominciato il suo giro "turistico" e una di queste tappe è stato il porto di Ancona e io non ho perso occasione per poterla ammirare da vicino.
La gente che voleva vederla con i propri occhi è stata talmente tanta che io purtroppo non sono riuscita a salirci ( e come me tantissime altre persone), ma vi assicuro che anche da fuori è davvero meravigliosa.



Imponente, bellissima e curata nei minimi dettagli.
Il giro continua e se volete capire in prima persona di cosa sto parlando scoprite la prossime date italiane (ingresso gratuito).
Pensate che viene descritta come la più bella nave del mondo.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

venerdì 20 maggio 2016

Notte europea dei musei: ingresso gratuito fino alle 2 di notte

Amate i musei ma non avete mai il tempo necessario da dedicargli?
E se ci fosse del tempo in più per godere di tanta bellezza?
La cosa è molto semplice, sabato 21 maggio 2016 si svolgerà la Notte Europea dei Musei.
Si tratta di un'iniziativa davvero interessante, dove per una notte saranno aperti al pubblico tantissimi musei oltre l'orario normale.
Infatti l'apertura straordinaria sarà dalle 20.00 alle 2 di notte e l'ingresso sarà  gratuito o al prezzo simbolico di 1€.



Come citato appena sopra, l'iniziativa è a livello europeo, quindi potrete approfittarne anche se siete fuori.
Se amate l'arte, la storia o se volete trascorrere un sabato sera diverso dal solito ricordatevi di questa bellissima iniziativa.
Per vedere quali musei prenderanno parte all'iniziativa consultate il sito.
Buon divertimento.
Alla prossima,
Viaggiatrice seriale.

giovedì 19 maggio 2016

Festa dei Ceri a Gubbio

In Italia abbiamo tantissime feste popolari e quando posso cerco di parteciparvi.
Domenica scorsa ho finalmente coronato un mio piccolo sogno, considerando che erano anni che ci voleva andare.
"Dove" vi starete chiedendo e la risposta è molto semplice: a Gubbio per la Festa dei Ceri.
Se non conoscete la città dovete assolutamente visitarla, è un vero gioiellino e se in primavera potete partecipare a questa festa, in inverno non potete assolutamente perdervi l'accensione dell'Albero di Natale più grande del mondo.
Tornando a noi, la Festa dei Ceri ha origini lontanissime, arriva ai nostri giorni dal 1160 anno di morte del vescovo degli eugubini Ubaldo.
Egli fu una figura molto importante per la popolazione, molto amato in vita ed eternamente riconosciuto e celebrato.
I tre Ceri rappresentano le tre arti: Arte dei Muratori, Arte dei Merciari ed Arte dei Vetturali e vengono tutt'oggi portati a spalla dai ceraioli per le vie della città disputando una corsa.
Sono pesantissimi e costituiti di legno, con delle statue di sant'Ubaldo, san Giorgio e sant'Antonio Abate in cima ad ognuno.



La fatica dei ceraioli è davvero non quantificabile e durante il percorso si cambiano, come in una staffetta.
Le fasi più sentite della festa sono l'alzata e la corsa: la prima avviene a mezzogiorno del 15 Maggio in Piazza Grande, mentre la corsa si svolge alle 18.00 e parte dopo la processione e la benedizione del Vescovo.
Quest'anno purtroppo pioveva e io (per mia fortuna) sono riuscita a prendere posto in Piazza Grande da dove ho potuto ammirare la parte più bella della corsa.
La gara infatti parte dalla "calata dei Neri", nella parte più bassa della città e attraversando le principali vie raggiunge proprio la piazza, dove al segnale del sindaco i ceraioli iniziano la parte finale della corsa, eseguendo le tre "birate" (giri intorno alla piazza) acclamati e sostenuti da una grande folla composta dagli stessi ceraioli, dagli eugubini e dai tanti turisti che prendono parte a questa bellissima giornata.
La piazza si tinge dei tre colori principali:giallo,rosso e blu e l'aria di festa contagia tutti.
Ho atteso con tanta impazienza l'arrivo di queste immense sculture di legno che nel giro di pochi secondi sono sparite di nuovo dalla mia vista prendendo i tornanti per arrivare alla Basilica di sant'Ubaldo dove si conclude la corsa, ma vi assicuro che ne vale assolutamente la pena.
Il giorno della corsa dei Ceri è sempre il 15 Maggio, indipendentemente dal giorno della settimana.
La città ama e rispetta tantissimo questa tradizione popolare, considerate che è la più antica in Italia che non ha mai subito interruzioni.
Tutti gli edifici e le case si agghindano per l'occasione, appendendo alle finestre e ai balconi i vessilli colorati.
La festa in realtà è molto più lunga, nei giorni successivi si svolge la Fiera di sant'Ubaldo con oltre 250 espositori, la domenica dopo il 15 maggio si svolge la corsa dei Ceri mezzani che ripercorrono tutto il programma appena descritto;sono i Ceri dei giovani che aspirano un giorno a disputare la corsa principale.
L'ultima domenica di maggio si svolge il Palio della Balestra e il 2 giugno si concludono i festeggiamenti con la corsa dei Ceri piccoli, quelli dei bambini.
Segnatevelo in agenda per il prossimo anno, ne rimarrete affascinati.
Alla prossima festa,
Viaggiatrice seriale.

mercoledì 18 maggio 2016

Volotea: voli ad 1 € per Italia ed Europa

Buon mercoledì viaggiatori!
Impazzite dalla voglia di partire ma non avete ancora trovato il volo giusto?
Date un'occhiata all'offerta di oggi.
La compagnia low cost Volotea ha messo in vendita voli ad 1 solo euro, si si avete capito proprio bene.
In realtà questa offerta è dedicata agli iscritti al programma Supervolotea che ha un costo annuo di circa 39,00 € ma che vi offre tantissimi vantaggi tipo voli ad un solo euro.



Le destinazioni sono in Italia ed in Europa e si può volare fino al 31 ottobre 2016.
Occorre prenotare entro domenica 22 Maggio 2016.
Guardate subito il sito, non c'è tempo da perdere! :-)
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

sabato 14 maggio 2016

La mia Africa: una settimana fra Zambia, Botswana e Sudafrica

"L'aria, in Africa, ha un significato ignoto in Europa:
piena di apparizioni e miraggi, è, in un certo senso, il vero palcoscenico di ogni evento."
- La Mia Africa-

Sono tornata due giorni fa da un viaggio meraviglioso in Africa, troppo concentrato e troppo veloce ma questo continente lascia sempre a bocca aperta.
Vi assicuro che il mal d'Africa esiste veramente, lo scoprirete fin dalla prima volta che vi metterete piede, anzi nel momento in cui rimetterete piede a casa vostra.
Il mio è stato un vero tour de force: 8 giorni, 3 stati, 6 voli, circa 30 ore di volo e tantissimo altro; non nego che sia stata dura, ma ne è valsa davvero la pena.
In seguito vi spiegherò dettagliatamente il tutto, adesso voglio solo farvi un piccolo riassunto, così da farvi immaginare il tutto.
Partita da Bologna ho fatto scalo a Londra e poi sempre con la British Airways ho raggiunto Johannesburg ma i voli non erano ancora finiti,dopo uno scalo siamo ripartiti per l'aeroporto di Livingstone in Zambia.
Stremati ma con una gran voglia di iniziare a viverci questa esperienza abbiamo raggiunto il nostro hotel, proprio di fianco alle meravigliose Cascate Vittoria.
Pensate che potevamo raggiungerle a piedi ed il primo rumore che abbiamo sentito è stato proprio il rombo dell'acqua, che non ci ha più abbandonato come del resto non ci ha più abbandonato la nuvoletta di vapore che si creava sopra il grande tuffo.
Il nostro benvenuto è stato davvero speciale, oltre ad un gruppo di ragazzi che ci ha accolto con i canti tipici dello Zambia, avevamo come compagne delle zebre che passeggiavano tranquillamente per il resort:una vera meraviglia che ci ha fatto calare subito nell'atmosfera giusta!
Nel tardo pomeriggio abbiamo fatto una minicrocera nel maestoso fiume Zambesi (il quarto fiume più lungo dell'Africa) cercando di avvistare qualche animale e godendo di un tramonto mozzafiato.
Ecco, i tramonti sono una cosa davvero meravigliosa che vi riempirà il cuore.


Il giorno successivo è stato quello all'insegna dell'avventura, iniziato con un altro confine varcato via terra: quello fra Zambia e Botswana.
Dopo i vari controlli e i numerosi timbri sul passaporto abbiamo messo piede in un altro stato, abbiamo raggiunto l'altra sponda del fiume a bordo di una barchetta (il ponte che collega i due stati è in costruzione) e una volta raggiunta la terraferma siamo partiti a bordo di una jeep  4x4 per un emozionante fotosafari nel Parco Nazionale del Chobe.
Avevo già avuto la fortuna di fare un safari, ma ogni volta è come se fosse la prima;l'attesa, le aspettative, la curiosità e l'emozione crescono a dismisura.



E così appena i nostri occhi si sono ambientati abbiamo iniziato a scorgere animali fra la vegetazione: antilopi,elefanti,zebre,giraffe,bufali,ippopotami e coccodrilli.



Un vero e proprio spettacolo della natura in tutti i sensi.
Oltre alla numerosa fauna, io sono stata completamente rapita dal paesaggio che mi circondava,sembrava un quadro di un bravissimo pittore.
L'azzurro del fiume si mescolava con il verde della vegetazione, qualche macchia di rosso/marrone dava un tocco caldo alla "tela" e gli alberi sembravano disposti nel punto preciso.



Al pomeriggio abbiamo continuato la nostra esperienza di fotosafari a bordo di una barca, ammirando gli animali dall'acqua.



Il tragitto del ritorno è stato identico a quello dell'andata, quindi altre file e altri timbri sul passaporto.
Le cene nel resort sono state tutte molto suggestive,i tavoli erano disposti sul meraviglioso prato, il silenzio regnava ovunque,"disturbato" solamente dal rumore delle cascate poco lontane da noi, la luna illuminava un cielo talmente limpido che mostrava un'infinità di stelle.
L'indomani siamo partiti a piedi per raggiungere le maestose Cascate Vittoria.



Uno spettacolo davvero emozionante.
Più ci avvicinavamo più venivamo completamente inglobati nel rumore assordante dell'acqua che scendeva precipitosamente.
Lo spettacolo indescrivibile è stato la visione di un arcobaleno completo proprio sopra il tuffo dell'acqua.
Ci sono diversi sentieri e diversi punti di osservazione per ammirare la meravigliosa scoperta fatta dall'esploratore David Livingstone a metà dell'800.
Dopo aver potuto ammirare una bellezza del genere abbiamo salutato lo Zambia e a bordo di un volo abbiamo raggiunto Cape Town.
Il Sudafrica vanta una produzione di vino davvero notevole,così la nostra giornata è stata dedicata alla visita della regione vinicola del Capo, di Franschhoek e di Stellenbosch con degustazione di vini in un'azienda locale e visita ai due paesini.



Finalmente era arrivato il momento tanto atteso da me in Sudafrica, la visita alla colonia di pinguini.
A Boulders Beach dopo aver fatto il biglietto di ingresso, percorrerete una lunga passerella in legno fino ad arrivare ad una specie di piazzola dalla quale ammirare i buffi uccelli che si rilassano in spiaggia.



Sono davvero tenerissimi e piccini, con una macchia rosa vicino all'occhio.
C'erano i cuccioli coccolati dai genitori, c'erano quelli che covavano e chi si tuffava nelle gelide acqua dell'oceano.
E' una tappa da non perdere.
La mattinata è continuata nel migliore dei modi, con la visita al Capo di Buona Speranza, fino a raggiungere Cape Point, punto di incontro tra l'Oceano Atlantico e quello Indiano.



Davanti ad una vista del genere si può solamente contemplare l'enorme maestosità e bellezza della natura, è un luogo stupendo, il punto più a sud-ovest dell'Africa (non solo sud,non sbagliatevi).



Nella strada del ritorno abbiamo visitato una fattoria di allevamento di struzzi; dovete sapere che sono molto diffuse in Sudafrica.
La cena serale è stata un pò diversa dalle precedenti,siamo andati al ristorante Gold, unico nel suo genere, dove vengono servite 14 portate differenti provenienti da tutta l'Africa....una scoperta di sapori unici.
L'intenso ma bellissimo viaggio stava giungendo al termine, infatti era l'ultimo giorno e l'abbiamo sfruttato al massimo.
Siamo andati a visitare una delle 7 meraviglie naturali del mondo: Table Mountain che avevamo sempre e solo visto dal basso.
La veduta dall'alto è impressionante, si vede tutta la baia di Cape Town e nelle giornate limpide lo sguardo può arrivare molto più lontano.



Si sale con una funicolare rotonda, che ruota durante la salita così da mostrare i diversi scorci; c'è però anche chi scala la montagna a piedi.
La nostra avventura non poteva concludersi in modo migliore,così con tantissimi ricordi e immagini meravigliose impresse nella mente abbiamo salutato questo continente stupendo e siamo tornati alle nostre vite.....con un pò di mal d'Africa che si stava già impossessando di noi.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.




venerdì 13 maggio 2016

Riccione Day: tante attività gratuite

E anche questa settimana lavorativa è quasi finita, quindi possiamo concentrarci su quello che amiamo alla follia: viaggiare!
Quando è gratis o a basso prezzo poi è anche meglio.
Quello che vi sto per proporre è un'offerta con la O maiuscola!
Il 27 Maggio tornerà il Riccione Day, la grande festa dell'ospitalità della città romagnola.
Come lo scorso anno, troverete tantissime attività gratuite, ingressi alle spiagge, merende, caffè, spuntini e anche un pernottamento in hotel.



Non sto affatto scherzando, la giornata del 27 sarà un vero sballo arricchita da tanti eventi, spettacoli pirotecnici, ingresso alla terme, eventi per i più piccoli e tanto altro.
Collegatevi al sito e scaricate l'intero programma.
L'iniziativa è gratuita, ma il buon senso non guasta mai, quindi pubblicizzatela sui vostri canali e sui vari social.
Speriamo di incontrarci là! :-)
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

mercoledì 11 maggio 2016

Fano, l'angelo custode del Guercino ed il Titanic.....possono essere collegati?

Parto subito col dirvi che non è una leggenda, ma una storia realmente accaduta.
La scorsa settimana ho fatto una visita guidata della città di Fano e ne sono rimasta davvero affascinata.
Non che sia nuova per me, per metà sono fanese....ma l'ho guardata con altri occhi scoprendo delle vere e proprie meraviglie (che presto vi racconterò).
Arriviamo al punto: la Pinacoteca civica di Fano custodisce diversi dipinti, ma noi dobbiamo prendere in considerazione solamente l'angelo custode del Guercino.



Il poeta inglese Robert Browning, appassionato di angeli venne a Fano e quando vide l'opera del Guercino se ne innamorò letteralmente, tanto che ci tornò per ben tre volte e in seguito dedicò ad essa una delle sue più famose poesie che cita" ho bevuto la bellezza dell'angelo per tre volte" (...

Venuti a Fano, per tre volte andammo
A sederci per vederlo là nella sua cappella,
E bere la sua bellezza fino alla soddisfazione del nostro spirito....)


In seguito venne fondato un Fano club e per potersi ritenere iscritte le persone dovevano recarsi almeno una volta nella vita a Fano ad ammirare dal vivo l'angelo custode, acquistare una cartolina e spedirla in America alla sede principale.
Sembra che nei primi anni del secolo scorso arrivò un gruppo di americani per poter ammirare dal vivo l'opera tanto decantata da Browning  che seguì tutte le richieste alla lettera, ma quando i componenti tornarono in America si resero conto di essere arrivati prima delle cartoline ed il fatto apparve piuttosto strano.
Vi siete già fatti un'idea di quello che accadde?!
Le cartoline non arrivarono mai e sapete perchè?! Viaggiavano sul Titanic.
Io sono rimasta veramente a bocca aperta ascoltando questa storia....è il mio punto di contatto con l'immensa storia del Titanic.
Forse non vi farà lo stesso effetto che ha fatto a me, ma mi sembrava giusto raccontarvela.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

sabato 7 maggio 2016

Italo Treno: sconto del 50% in occasione della Festa della Mamma

Offerta del sabato in arrivo.
Italo Treno ha lanciato un'interessante promozione in occasione della Festa della Mamma; comprando un biglietto di andata entro le 17 del 09 Maggio, il ritorno sarà gratuito.
L'offerta consiste in uno sconto del 50% sui viaggi a partire dal 16 maggio e valido per i soli biglietti A/R; è soggetta a disponibilità e relativa alla tariffa low cost, ambiente smart e extra large.



Se non sapete cosa regalare a vostra mamma, direi che un viaggetto insieme è più che perfetto.
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

martedì 3 maggio 2016

Con Volotea parti con 9,99 €

Buongiorno viaggiatori, la primavera sembra davvero arrivata e non so a voi, ma  a me mette una gran voglia di viaggiare (strano! :-) ).
Oggi volevo condividere con voi l'offerta di Volotea.
La compagnia low cost mette in vendita biglietti a partire da 9,99 € a tratta.



E' possibile volare da più di 72 aereoporti in Europa, per viaggiare in Italia ed Europa.
Per aggiudicarvi dei biglietti a queste tariffe dovrete prenotare entro domenica 8 Maggio 2016 e potrete volare fino ad Ottobre 2016.
Che state aspettando?!
Consultate subito il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

lunedì 2 maggio 2016

Il borgo medievale di Saludecio e i suoi murales

Al confine fra Marche ed Emilia Romagna ci sono tanti bellissimi borghi che c'è veramente l'imbarazzo della scelta.
Essendo proprio di strada, ho deciso di scoprirne uno dopo l'altro.
L'ultima è stata la volta di Saludecio.
Si tratta di un borgo davvero carino e tenuto benissimo, in provincia di Rimini (anche se dista pochi km dalle Marche).



Vi si accede attraversando una grande porta che mostra la grandezza del passato, soprattutto durante il regno dei Malatesta.
All'interno del borgo medievale si possono ammirare bellissimi edifici, ma la cosa che ha completamente catturato la mia attenzione sono stati i murales su diverse facciate delle abitazioni.



Ho scoperto infatti che girovagando per le viuzze si possono ammirare più di 40 murales eseguiti in occasione della famosa festa del borgo "800Festival" che rappresentano le più curiose invenzioni dell'Ottocento.




Lasciatevi guidare dal vostro istinto per fare un giro davvero suggestivo.




Saludecio ha inoltre diversi palazzi importanti, una bella piazza, la torre civica  e degna di nota è senza dubbio la chiesa parrocchiale di San Biagio Santuario del Beato Amato di cui si conserva intatto il corpo all'interno di una teca.



Il panorama che si può ammirare dalle mura è davvero eccezionale, un colpo d'occhio meraviglioso.



Questo piccolo borgo ospita diverse sagre come la già citata 800Festival e SalusErbe, una manifestazione dedicata all'erboristeria, all'alimentazione naturale e alle medicine alternative.
Io ci sono stata proprio in occasione di quest'ultima, dove Saludecio era arricchito da un delizioso mercatino allestito per le sue viette.



Se siete in zona appuntatevelo in agenda perchè una visita è d'obbligo.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.