mercoledì 30 dicembre 2015

Piacevolmente sorpresa da Varsavia: ecco cosa vedere

Questo 2015 che sta per lasciare il posto  al suo successore mi ha regalato un sacco di viaggi,devo riconoscerlo.
La maggior parte è stata con il mio compagno di viaggio ideale, il mio ragazzo al quale molte volte non è necessario nemmeno spiegare il mio punto di vista, perchè in viaggio - e solo in viaggio- la pensiamo allo stesso modo.
Gli ultimi due mesi però mi hanno regalato qualcosa di speciale,davvero speciale.
Novembre è iniziato con una giornata a Firenze con la compagnia del mio migliore amico, mentre a Dicembre è stata la volta del mio babbo: in viaggio con papà ad Atene.
All'appello però mancava una persona davvero importante per me, che conosco da 25 anni: la mia migliore amica con la quale non avevo ancora fatto un viaggetto....e anche questo desiderio si è realizzato....a Varsavia!
La scelta è ricaduta su questa città in primis per i suoi mercatini di Natale che hanno superato le nostre aspettative, davvero suggestivi.
Il secondo fattore è stato il prezzo del volo, da Bologna con Ryan Air si trovano ottime offerte e poi non ero mai stata in Polonia.
Nel mio solito stile è stata una toccata e fuga, da sabato mattina a domenica pomeriggio, ma in queste ore siamo riuscite a vedere davvero tanto.
Il cuore pulsante della città, la parte più caratteristica è la città vecchia (Stare Miasto) che si sviluppa attorno al Castello Reale e alla cattedrale.

Castello Reale

Davvero meraviglioso è uno scorcio sulla piazza, delle facciate dai colori pastello degli edifici circostanti; aggirandovi senza una meta precisa incorrerete in piazzette e  viuzze ricche di botteghe artigiane e di ristoranti tipici.

Piazza Zamkpwy

Arrivando in Piazza del Mercato la vostra attenzione sarà completamente catturata dai meravigliosi edifici perfettamente restaurati che fanno tornare indietro nel tempo con la fantasia.

Edifici in Piazza del Mercato

Al centro della piazza invece si trova la statua della sirena,un simbolo della città.
Arrivate fino al Barbakan, la porta che separa la città nuova da quella vecchia, costruita nel muro di cinta che proteggeva la città vecchia; se avete voglia fate due passi sul cammino di ronda,così da poter vedere tutto da un punto di vista più alto.

Barbakan
Varsavia ha anche due linee della metropolitana, quindi se volete cambiare quartiere gli spostamenti sono molto facili anche se viverla girando a piedi ha un altro fascino.
Da Piazza Zamkpwy  parte una lunga via pedonale , la Strada Reale sulla quale si affacciano sontuose chiese barocche ed eleganti edifici, l'Università e il Palazzo Presidenziale- Palac Namiestnikowski - dove durante la guerra fredda venne firmato il famigerato patto di Varsavia.

Palazzo Presidenziale

La città celebra alcuni dei personaggi polacchi più illustri, come Chopin e Copernico.
Il compositore, famosissimo in tutto il mondo, allieta ancora i passanti con la sua melodiosa musica: ci sono infatti delle panchine interattive che liberano nell'aria le note dei suoi capolavori.
L'astronomo Nicolò Copernico invece è celebrato con una statua che lo raffigura davanti all'Accademia delle Scienze.

Statua di Copernico

La mia impressione è stata che Varsavia è una città fortemente legata alla cultura, passeggiando si possono ammirare teatri ed edifici di una bellezza disarmante;ma esiste anche una parte nuova, composta di centri commerciali, negozi e hotel modernissimi, quasi tutti in vetro.
Avendo poco tempo a disposizione abbiamo concentrato la nostra visita in questa zona, ma ci sono anche altri quartieri da esplorare, come ad esempio quello di Praga.
Non potevamo andarcene senza aver assaggiato un piatto tipico e la nostra scelta è ricaduta su dei wurstel con un zuppetta in un localino davvero tipico, pensate che le cameriere indossavano anche vestiti tradizionali.



Una meta imperdibile è il Palazzo della Cultura e della Scienza che svetta in mezzo a costruzioni moderne e che addirittura molti volevano abbattere: per fortuna possiamo ancora ammirarlo perchè è davvero bello.

Palazzo della Cultura e della Scienza

Proprio dal piazzale di fronte parte l'autobus per l'aeroporto di Modlin, quindi avrete modo di ammirarlo.
Varsavia è tanto altro, è ricca di magnifiche chiese, di monumenti dedicati agli ebrei, di molteplici musei, di residenze imponenti e di giardini meravigliosi.

Biblioteca

Varsavia mi ha stupito, se amate sorprendervi mettetela fra le vostre prossime mete.
Un viaggio con un'amica poi è sempre qualcosa di unico...grazie Dani! ;-)
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

PS: la moneta della Polonia è lo Zloty Polacco; in alcuni luoghi accettano anche l'euro ma vi consiglio di cambiarne un pò.


martedì 29 dicembre 2015

La mia Varsavia natalizia

Quest'anno non posso dire di non aver visitato città nel magico splendore natalizio.
L'ultimo fine settimana prima della grande festa è stata la volta di Varsavia.
Davvero una super sorpresa!!!
Nella piazza principale, ovvero Piazza Zamkpwy, proprio di fronte al castello reale si innalzava un suggestivo albero di Natale,completamente rivestito di luci,palline e mega caramelle.



Sotto ad esso era un trionfo di mega pacchi di regalo sempre completamente costituiti di piccole luci.
Nella città era poi presente un carinissimo mercatino natalizio, con bancarelle in legno in cui si potevano acquistare manufatti tipici della zona e  gustare delle buone bevande calde.



Il sabato sera ho avuto anche la fortuna di assistere ad un vero e proprio concerto di Natale.



Tutti i lampioni erano addobbati con lo stesso motivo e nella via pedonale si potevano scattare natalizie fotografie di fianco ad enormi pacchi regalo o immense palle di Natale.



La parte che ho preferito però è stata un'altra, sempre sulla medesima via, dove è stata allestita una zona dedicata alle decorazioni, con pacchi, sedie, un enorme camino ed un trenino completamente illuminati.



Tutte le vie del centro storico erano addobbate e facevano volare con la fantasia al paese di Babbo Natale.
In Piazza del Mercato, proprio intorno al monumento della sirenetta è stata allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio dove grandi e piccini si davano alla pazza gioia, i meravigliosi edifici (patrimonio dell'Unesco) erano tutti ben illuminati e casottini di legno erano predisposti per dare riparo a chi si voleva riposare un pò o gustarsi un bicchiere di vino.



Ho veramente respirato il clima natalizio...segnatevelo per il prossimo anno.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

martedì 22 dicembre 2015

Con Vueling voli in Spagna a partire da 4,99 € a tratta

Prezzi pazzi per due giorni con la Vueling!
La compagnia low cost spagnola ha messo in vendita biglietti a partire da 4,99 € a tratta per volare in Spagna.



Occorre prenotare nei giorni del 22 e 23 dicembre 2015 per volare poi dal 12 gennaio al 2 febbraio 2016.
Se avete avuto già parecchie spese questo mese, direi che è proprio il caso di approfittarne!
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

lunedì 21 dicembre 2015

I miei Traveldreams per il 2016

A quanto pare è arrivato il momento di fare una lista o meglio di decidere i miei Traveldreams2016.
Partendo dal presupposto che per me anche prendere la macchina e visitare un paesino vicino casa per la prima volta è un'esperienza da considerare appagante, voglio sognare davvero in grande....dato che non costa nulla.
Nel 2015 sono riuscita a spuntare dalla lista sia Lampedusa che Minorca, nel 2016 cosa combinerò??!!!
Vorrei tanto andare in Croazia ai laghi di Plitvice, è tanto che sogno di perdermi letteralmente in tanta natura da una bellezza disarmante.



Una tappa che sogno da un pò è l'Islanda, non so nemmeno io se preferirei esplorarla in estate o vivermi il gelido inverno ma sicuramente suggestivo al 100%....so solo che vedere l'aurora boreale è un mio grandissimo sogno.



L'aria romantica della Francia mi affascina sempre, ma questa volta vorrei spingermi in un luogo davvero particolare e precisamente a Mont Saint Michel e vivere in prima persona l'effetto della marea.




Sognando davvero in grande la mia mente si è già spostata in Giappone!
Fioritura dei ciliegi, templi, kimoni e tanta tecnologia...come mi piacerebbe.



Per concludere la lista poi vorrei visitare Bucharest, arrivando  fino alla dimora del conte Dracula naturalmente e confido di raggiungere almeno questo obiettivo,dato che la meta è parecchio economica.



Ah dimenticavo, è un pò di tempo che punto le Filippine!
Ma se mi proponete una destinazione potete stare certi che non vi dirò di no....l'importante è partire.
Sono davvero curiosa di vedere cosa ha in serbo per me questo 2016.
E voi che mete sognate?
Che i vostri Traveldreams si possano avverare!
Viaggiatrice seriale.

venerdì 18 dicembre 2015

Tariffa Light Alitalia: voli da 79€ a/r

Meno 7 giorni al Natale e i regali si iniziano a vedere da tutte le parti.
La compagnia aerea Alitalia ha messo in vendita biglietti a partire da 79€ A/R per tantissime destinazioni.



Le possibilità son ben 1.000 per volare sia in Italia che in Europa.
Consulta il sito e prenota entro il 31 dicembre 2015 la tua tariffa Light.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

Italo treno: sconto del 50%

Una bella offerta per voi per iniziare bene il fine settimana.
Italo treno mette in vendita biglietti scontati del 50%.
Basta inserire il codice promozionale "BABBO50" in fase di prenotazione  e prenotare entro le 13 del 21 dicembre 2015 per viaggiare poi dal 1 gennaio al 15 marzo 2016.



Un super regalo,che aspettate?
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

Napule mille presepi: San Gregorio Armeno

Arrivare a Roma (e nello specifico in aeroporto) per me è un vero viaggio,sia in treno che in macchina - da Pesaro intendo- quindi una volta arrivata in Lazio devo approfittare della cosa e conciliare 200 visite.
Dopo una giornata ad Atene che ci ha messo alla prova, al posto di riposarci abbiamo subito scelto un'altra meta, approfittando proprio della collocazione geografica e del periodo dell'anno e così con un treno mattutino siamo partiti alla volta di Napoli.
Napoli è caffè, 
Napoli è pizza,
Napoli è mare,
Napoli è Pulcinella,
Napoli è il Vesuvio,
Napoli è un filo fra due finestre con dei panni stesi,
Napoli è tanto altro.......
ma Napoli è anche Presepe.



Si, il capoluogo campano è famosissimo a livello mondiale per i suoi meravigliosi presepi.
Esiste una zona in centro storico, proprio dedicata a queste strepitose riproduzioni in scala: San Gregorio Armeno.



In qualsiasi periodo dell'anno potrete ammirare le botteghe dei maestri e i loro capolavori, ma farlo durante il periodo natalizio è sicuramente più suggestivo, dovete però armarvi di tanta pazienza.
13 dicembre ore 11:00 circa, davanti a me non vedevo altro che un fiume di persone, ero di sicuro nel posto giusto!



Fortunatamente però la massa di gente si muoveva in modo abbastanza omogeneo e rapido, così senza nemmeno troppa fatica abbiamo raggiunto le botteghe artigiane e abbiamo potuto ammirare le meraviglie esposte.



Si spazia dai personaggi del presepe classici, alle sole capanne e casette vuote da riempire a piacimento,passando per delle vere opere d'arte che riproducono per esempio un mestiere con tutti i dettagli curatissimi.



Si trovano presepi all'interno di sfere trasparenti e anche mini presepi.



La tradizione del presepe napoletano nasce alla fine del Settecento e la scelta di San Gregorio Armeno non è casuale, bensì in epoca molto precedente i cittadini usavano portare come voto delle piccole statuine di terracotta in un tempio collocato proprio da quelle parti.
In che cosa si differenzia il presepe napoletano da quello classico?
Beh la risposta è facilissima, i maestri artigiani napoletani sono famosi per creare statuine davvero alternative:inseriscono nel presepe i personaggi più famosi del momento o comunque personaggi storici.
Passeggiando tra le botteghe ho potuto ammirare statuine di Totò,Renato Zero, Totti, Pavarotti,calciatori e politici in genere.



Se volete fare un presepe alternativo dovete assolutamente inserire un personaggio proveniente da San Gregorio Armeno.
Ho raggiunto il mio obiettivo, ho respirato senza ombra di dubbio l'atmosfera natalizia.
Usciti dalla zona dei presepi abbiamo fatto un giro della città cercando di vedere il più possibile...ma questa è un'altra storia.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.



mercoledì 16 dicembre 2015

In viaggio con papà: 9 ore ad Atene

Vi avevo già detto che ultimamente sto regalando a tutti un piccolo "pezzetto di viaggio"?
Che sia un volo aereo, un biglietto del treno o un pernottamento in hotel, i miei regali sono questi, affiancati logicamente dalla mia compagnia! :-)
Dopo aver trascorso un giorno a Firenze con il mio migliore amico, è arrivato il momento del mio babbo.
Questa è stata veramente una piccola pazzia, un volo andata e ritorno in giornata non l'avevo mai fatto....ma come si dice: "c'è sempre una prima volta".
Destinazione Atene!!!
Ho acquistato il volo in uno dei giorni in cui Ryan Air vendeva biglietti a prezzi bassissimi, accaparrandomi un a/r a 19,88 € con partenza da Roma.
Il volo è partito alle 8:40 e dopo 2 ore eravamo in territorio greco, ma dovete considerare che c'è il fuso orario di un'ora, quindi eravamo già alle 11:40 e abbiamo atteso fino a mezzogiorno la partenza della metro.
I collegamenti dall'aeroporto al centro città sono davvero ottimi, parte una metro che arriva direttamente alla fermata di Piazza Syntagma in 50 minuti circa alla cifra di 14,00 € andata/ritorno.
Alle 12:50 quindi siamo saliti in superficie  e la prima cosa che abbiamo visto è stata piazza completamente addobbata a festa: c'era persino un  concerto di Natale in atto.
Alle nostre spalle il parlamento, dove ogni ora avviene il cambio della guardia.
Pieni d'entusiasmo grazie alla scena che ci ha accolto abbiamo percorso la via pedonale di Ermou costeggiata da tantissimi negozi.....peccato non aver avuto il tempo necessario per qualche acquisto, ma il nostro obiettivo era un altro:l'Acropoli.
Eccola lì, proprio di fronte ai nostri occhi, distante solo qualche decina di minuti di cammino, che domina tutto dall'alto.
Con il cuore in gola per l'emozione ci siamo diretti verso la destinazione e dopo un pò di cammino e un pò di fiatone vista la salita abbiamo raggiunto il nostro oggetto del desiderio.
Non so se fa così anche a voi, ma quando varco la soglia di un monumento con la M maiuscola, dove si è scritta la storia, mi emoziono come una bambina davanti ad un giocattolo nuovo e così è stato anche questa volta.
Prima di entrare però abbiamo ammirato tutta la città dall'alto e ovviamente anche la collina che ospita l'Acropoli.

Veduta della città dall'alto
Atene è circondata da diversi colli, da ognuno dei quali si gode di una vista eccezionale.
Vi consiglio di salire  almeno in uno di questi, ne vale davvero la pena.
Una cosa davvero piacevole è stata la scoperta del biglietto cumulativo: con il biglietto Akropoli dal costo di 12 € infatti, potrete entrare all'Acropoli, all'Agorà, al Teatro di Dioniso,al Tempio di Zeus,al Kerameikos  e al Foro romano nel corso di 4 giorni, solamente una volta per monumento.
Mi sembra proprio un'ottima cosa.
Peccato che io avessi a disposizione una manciata di ore.
Durante l'orario invernale tutte le attrazioni chiudono alle 15:00, quindi ho avuto davvero pochissimo tempo a disposizione e ho potuto visitare solo la punta di diamante e cioè l'Acropoli.
Entrando dovrete oltrepassare i Propilei,ovvero l'ingresso dal quale si accede ai templi e già da qui vi sentirete catapultati nell'antica Grecia.

Propilei
Oltrepassato il maestoso accesso, la vostra vista sarà letteralmente rapita dalla figura del Partenone che troverete poco più avanti sulla destra.
Si tratta del monumento più importante della Grecia ed è divenuto un simbolo a livello mondiale;ubicato nella parte più alta della collina è nato come un maestoso tempio dedicato ad Atena,protettrice dell'intera città.

Partenone
In passato al suo interno infatti si poteva ammirare un'enorme statua in oro ed avorio raffigurante la dea.
Le imponenti colonne, anche se sotto il peso di tantissimi anni riescono ancora a trasmettere l'immenso fascino del luogo.
Ferma immobile ad ammirare questa meraviglia arrivata fino ai nostri giorni ho fantasticato e ho sognato ad occhi aperti.
Di fronte al Partenone, indicativamente, si innalza l'Eretteo, un altro bellissimo tempio di dimensioni minori.

Eretteo
La struttura è divisa in due templi distinti,uno dedicato ad Atena e uno dedicato a Poseidone:secondo la leggenda fu proprio qui che i due si batterono per conquistare il titolo di protettore della città.
Ben conservato, ma la bellezza principale è senza dubbio il portico retto de 8 cariatidi: meraviglioso.

Facciata con le cariatidi dell'Eretteo
La collina dell'Acropoli è il punto più alto, quindi il panorama che potrete ammirare è davvero notevole.
Si riesce a distinguere molto bene il Tempio di Zeus un pò in lontananza,mentre proprio sotto la collina si estende il Teatro di Erode Attico, ancora utilizzato per il Festival Ellenico.

Veduta di Atene dall'Alto
Sarei rimasta ancora del tempo ad ammirare frammenti di storia, ma le lancette continuavano a girare così sono scesa un pò fino ad arrivare al Teatro di Dioniso.



Essendo le 15:00 passate tutte le attrazioni chiudevano,così ci siamo fermati un attimo per un pranzetto veloce,logicamente con vista sull'Acropoli.
Una buona abitudine quando si viaggia è quella di assaggiare la cucina tipica, così il nostro pasto è stato a base di moussaka e insalata greca, precedute da una specie di bruschetta condita da un divino olio locale:che bontà!

Moussaka
Un reticolato di vie piene di negozi che vendono i prodotti locali si spinge fino alla zona dei ristoranti e delle taverne, fino ad arrivare di nuovo verso la piazza Monastiraki.
Qui l'atmosfera è resa più colorata dai carretti degli ambulanti che vendono frutta fresca e secca.

Frutta fresca in Piazza Monastiraki
Essendo ancora giorno, ne abbiamo approfittato per vedere il più possibile, anche solamente da fuori e devo ammettere che soprattutto il Foro romano era ben visibile, mentre la Torre dei Venti essendo in restauro era coperta.
Gira e gira è arrivato il crepuscolo, forse il momento migliore per ammirare l'Acropoli dal basso e vedere come cambia colore, passando dall'avorio all'oro.
Con questa meravigliosa immagine impressa nella mente ci siamo diretti verso la fermata della metro, abbiamo fatto un'ultima sosta davanti al parlamento capitando proprio nel momento del cambio della guardia e dopo aver assistito a questa specie di danza abbiamo salutato questa bellissima città ricca di storia e dopo nemmeno 8 ore siamo tornati in aeroporto.

Cambio della guardia
Lo so, ho fatto una vera mattata e ho coinvolto anche il mio babbo al quale ho fatto fare davvero una bella faticaccia ma vi assicuro che ne è assolutamente valsa la pena, e la sua soddisfazione ne è stata la prova.
L'unico consiglio che vi lascio è quello di andare fra aprile e settembre,quando i musei sono aperti fino alle 19:30.
Il viaggio con papà non è terminato qui,era sabato sera ed eravamo di nuovo a Roma, avendo a disposizione un'altra giornata intera:cosa avremo fatto?
Questa è un'altra storia.
Al prossimo viaggio,
Viaggiatrice seriale.

PS: non amo tornare nei luoghi che ho già visto, ma credo che per Atene farò un'eccezione, il mix di mito e di storia mi ha completamente rapito e voglio assolutamente vedere il Tempio di Efeso,il tempio meglio conservato di tutta la Grecia.



martedì 15 dicembre 2015

Un giorno di spensieratezza ad Eurodisney Paris

Dovrei scrivere di tutt'altro ed invece ho avuto l'illuminazione, è arrivato un fulmine a ciel sereno
Si, perchè in questo posto ci sono stata 4 anni fa e non la scorsa settimana ma con la spensieratezza e la gioia di vivere che trasmette ci tornerei anche subito.
Siete mai stati ad Eurodisney Paris?!
Io ho approfittato della mia terza volta nella capitale francese per fare una tappa anche qui.
Non dovete associarlo per forza di cose ai bambini, vi assicuro che è un luogo magico anche per gli adulti.



Varcato il cancello avrete subito la sensazione di essere entrati in un mondo incantato: sfilate di carri, personaggi a piedi, edifici dei più famosi cartoni animati .....tutto in un unico contesto.
Lasciatevi travolgere dalla musica e magari improvvisate anche un balletto con Topolino e poi pieni di adrenalina recatevi nell'isola dell'avventura a fare un salutino ai pirati.



Se amate le montagne russe farete un vero salto nel tempo recandovi ai giorni del west.



Potrete prendere il battello, fare un giro nella casa stregata o godervi la tantissime attrazioni.
Inutile dire che l'edificio per eccellenza, quello più ammirato è senza dubbio il castello:basta guardarlo un secondo per prendere il volo con l'immaginazione.
Visto tantissime volte in fotografia o in televisione, una volta che l'avrete davanti agli occhi sarà davvero fantastico.



Diciamo che Eurodisney non è proprio un luogo salutare , ma per un giorno faccio un appello anche ai più salutisti e dico di vivervi l'atmosfera in tutto e per tutto: gustatevi zucchero filato, pop-corn, mele caramellate e dolciumi vari...senza esagerare naturalmente, fa parte del posto.



La giostra con i cavalli è stata la mia preferita -sarà che da piccolina l'avevo in miniatura- e mi ha fatto tornare indietro con la memoria.



In diversi orari della giornata potrete assistere a delle parate davvero eccezionali e se restate anche la sera, lo spettacolo serale non vi deluderà.
Come detto all'inizio è un luogo per grandi e piccini, da provare.

In realtà i parchi sono due e le combinazioni per i biglietti d'ingresso sono molteplici: 1 giorno 1 parco, 1 giorno 2 parchi, 2 giorni 2 parchi.....
I bambini sotto i 3 anni non pagano.
Possibilità di pernottamento.
Orario di apertura: dalle 10:00 alle 20:00 Disneyland
                               dalle 10:00 alle 18:00 gli Studios
Distanza:circa 30 km da Parigi, raggiungibile in auto,treno,navetta.
Per tutte le informazioni cliccate qui.


Fate uscire il bambino che c'è in voi.
Buon divertimento,
Viaggiatrice seriale.


lunedì 14 dicembre 2015

Vueling: 45.000 voli a partire da 49,99 € a tratta

Buon lunedì amici!
Io sono tornata ieri e oggi cerco già una buona offerta per un prossimo volo! :-)
E casualmente mi è capitata sott'occhio l'offerta della compagnia low cost Vueling che mette in vendita biglietti a partire da 49,99 € a tratta tutto incluso.



I voli per la verità sono ben 45.000, dovremmo riuscire ad accaparrarcene uno,che dite?
E' possibile prenotare entro la mezzanotte del 15 dicembre 2015 per volare poi dal 18 dicembre 2015 all'11 gennaio 2016.
Mi sembra anche un ottimo regalo di Natale, che ne pensate?
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

giovedì 10 dicembre 2015

Easy Jet:voli fino al 29 ottobre 2016

Guardiamo al futuro!
La compagnia aerea Easy Jet ha preso alla lettera questa frase.
Si può programmare già un viaggio per il prossimo autunno.



Se consultate il sito troverete voli fino al 29 ottobre 2016 così da potervi organizzare con grande anticipo e risparmiare notevolmente!
Buon volo,
Viaggiatrice seriale.

Con Volotea parti da 19,99 € a tratta

Offerta in arrivo!!!
La compagnia low cost Volotea ha messo in vendita biglietti a partire da 19,99 € a tratta tutto incluso per volare in Italia ed in Europa.



Occorre prenotare entro la mezzanotte del 13 dicembre 2015 per volare poi fino a marzo 2016.
Se volete accaparrarvi un biglietto a questo prezzo consultate subito il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.

Aer Lingus:biglietti per l'Irlanda a partire da 45,99 € a tratta

Non sapete cosa regalare ai vostri cari per Natale?
Qualche amante dei viaggi ci sarà di sicuro, quindi vi suggerisco di andare su un bel volo aereo.
una destinazione meravigliosa è la verde Irlanda, ricca di fascino,storia e natura...capace di farsi amare da tutti.



La compagnia aerea AerLingus mette in vendita biglietti a partire da 45,99 € a tratta per aggiungere questa super destinazione.
Occorre prenotare entro il 21 dicembre 2015 per volare poi dal 1 febbraio al 30 aprile 2016.
Per tutti i dettagli consultate il sito.
Alla prossima offerta,
Viaggiatrice seriale.